Nel 1895 l'imprenditore svizzero Max Meyer fonda a Milano il Colorificio Italiano, che diventerà in seguito MaxMeyer.

A quel tempo Svizzeri, Francesi, Tedeschi ed Austro-Ungarici che vivono a Milano sono particolarmente attivi nel settore industriale e commerciale.

Lo stabilimento è di grandezza media, con circa 50 impiegati, e sito in un'area caratterizzata da un forte sviluppo industriale e commerciale per tutto il 19° secolo. In questi anni, le vernici in polvere e miscelate con olio di lino cominciano a diventare importanti.

Nel giro di qualche anno, i produttori di carrozze convertono la loro originale attività artigiana ed iniziano a dedicarsi alla produzione di mezzi a motore. Lo stabilimento MaxMeyer prende parte a questo grande cambiamento.

Negli anni '30 e fino agli anni '80, MaxMeyer lavora fianco a fianco con l'industria automobilistica italiana. Fiat e Alfa sono leader mondiali nel design di auto sportive e di lusso. MaxMeyer sostiene queste aziende sviluppando prodotti su misura e finiture in grado di assicurare durabilità e colore.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, alcuni bombardamenti danneggiano lo stabilimento obbligando la produzione a spostarsi in Via Comasina, attuale sito di Milano.

Lo stabilimento viene costruito secondo i canoni più moderni e dotato dei macchinari più all'avanguardia: MaxMeyer si sviluppa ulteriormente, diventando una vera e propria industria chimica che fa della tecnologia il suo punto di forza. Raggiunge una posizione di leadership sul mercato italiano ed inizia la sua espansione internazionale.

Dalla metà degli anni '50, MaxMeyer entra nel settore in continua e rapida evoluzione dell'acciaio e dell'auto con le sue vernici con resina nitrocellulosa prodotte appositamente per la scocca.

Agli inizi degli anni '80, MaxMeyer acquisisce la sua più importante concorrente in Italia, Duco, portando alla nascita di MaxMeyer Duco S.p.A, nota per la sua gamma completa di prodotti che soddisfano i requisiti di qualità e semplicità d'uso.

Durante l'intero secolo scorso, MaxMeyer diventa un'importante azienda internazionale del settore refinish, ribadendo la sua originale filosofia: migliorare il business dei propri clienti, semplificando l'attività del verniciatore attraverso prodotti altamente performanti ma allo stesso tempi facili da utilizzare.

Anni ed anni di ricerca ed applicazioni pratiche al servizio dei Clienti hanno fatto di MaxMeyer un'azienda con un know-how professionale di inestimabile valore.

In futuro, i prodotti MaxMeyer rimarranno il punto di riferimento del settore per il raggiungimento di risultati eccellenti con processi semplici ed efficaci.

Nel 1997, PPG Industries completa l'acquisizione di MaxMeyer Duco S.p.A, rinforzando la posizione di PPG di leader europeo nella fornitura di vernici per auto.

Condividi